5 settembre 2013

Cinquanta sbavature di Gigio, frasi [Rossella Calabrò]


In fondo, ridere è la cosa più erotica che c'è.

Il bello dei libri è che si può inventare qualunque cosa. Persino uno shuttle, eventualmente, costerebbe solo due righe, senza intaccare il conto corrente.

SBAVATURA N. 3. LA BELLEZZA MASCHILE.
Mr Grey è bellissimo. Occhi: grigi come il cielo prima di una tempesta ormonale. Mani: grandi come l'amico single che sta sotto la cintura. Capelli: da farci un nido. E il Gigio? Occhi: due. Mani: anche. Capelli: eroici. Si possono ammirare presso il monumento dei Caduti eretto in loro onore.

In una cosa Mr Grey è davvero da imitare: lui non accompagna mai la sua bella a fare shopping. Il furbastro subappalta la temibile incombenza a un personal shopper di fiducia, che acquista i capi e si annoia a morte al posto suo. Davvero un genio del male, questo Mr Grey. Il Gigio invece, soprattutto in quei due periodi dell'anno che segnano la catastrofe emotiva e il tracollo fisico (i saldi), accompagna la Gina a caccia di
occasioni. Lo fa solo perché gli costa meno fatica andarci che dirle di no. Errore imperdonabile, superficialità perniciosa. Perché il Gigio si dimentica che il suo ruolo non è soltanto quello di accompagnatore (quindi autista), né eventualmente quello di erogatore (quindi bancomat), ma è soprattutto quello di consigliere. Un consigliere che sappia non soltanto dire questo sì, questo no, ma che sia in grado di motivare in modo convincente i suoi responsi. Nello spiegarsi, deve avere però l'accortezza di evitare frasi infelici del tipo: «Questo no, perché si vede che hai le braccia a budino», «Questo no, perché mostra le tue ginocchia a michetta» o  «Questo no, perché ti fa sembrare la sorella scema dell'Ape Maia». La formula magica, sempre e comunque, dovrebbe essere: «Questo no, perché non mette abbastanza in risalto i tuoi pregi».

Prendiamo un Gigio e una Gina qualche secondo dopo il loro primo bacio. Il Gigio ha tutti i neuroni impegnati a individuare al più presto un luogo appartato dove far divertire anche il suo amico che scalpita dentro i pantaloni. Nessun altro pensiero gli attraversa la materia gigia. È la sopravvivenza della specie che lo
governa.
La Gina ha tutti i neuroni impegnati a capire se questo Gigio appena baciato sarà un buon padre per i loro figli, o quantomeno se sarà uno che, se si rompe una tapparella in casa, la saprà aggiustare. È la sopravvivenza della specie (e delle tapparelle) che governa anche lei.

A Mr Grey il detto «Se gioventù sapesse, se vecchiaia potesse» gli fa un baffo. Ha il corpo di un ragazzo e l’esperienza di un vecchio puttaniere. Sono i miracoli dell’ingegneria genetica, o di quella editoriale.


♥ I miei scarabocchi su "Cinquanta sbavature di Gigio"

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...